“il sanscrito e la musica indiana”

Conferenza gratuita, cliccare sulla foto per Info!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in 1

Dhruva – la stella polare

Dhruva era una ardente e giovane devoto di Vishnu, un principe benedetto da vita eterna e gloria diventando la Stella Polare (Dhruva Nakshatra) per grazia del signore Vishnu. Dhruva simboleggia anche il “punto fisso” da cui tutto incomincia, un centro di gravità permanente. (ne troviamo la storia nel Bhagavata Purana, canto 4)
Dhruva iniziò la sua penitenza, partì senza cibo e senza acqua per 6 mesi, con l’attenzione fissa sul Signore. Questo sacrificio impressionò i cieli e Vishnu che apparì di fronte al giovane ragazzo, che però ancora si trovava nella maya e non poteva vedere. Vishnu rimosse il velo dagli occhi di Dhruva così che egli potesse vedere. Grazie al suo impegno personale e alle sue rinunce Dhruva acquisisce uno stato di “non desiderio” che gli diede pace eterna, facendolo diventare la Stella Polare.
La sua costanza e rettitudine nella vita resero Dhruva meritevole di ricevere lo stato di Dhruvapada, lo stato in cui ottiene il suo corpo celeste e non può essere toccato dal Maha Pralaya, o cataclisma finale.

“…Ecco io vi annuncio un mistero: noi tutti certo moriremo, ma tutti saremo trasformati, in un istante, in un batter d’occhio, al suono dell’ultima tromba; suonerà infatti la tromba e i morti risorgeranno incorrotti e noi saremo trasformati. E’ necessario che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità e questo corpo mortale si vesta di immortalità….”    San Paolo, 1 Corinti 15, 44-53

L’evoluzione a cui ci porta la meditazione deve tendere al raggiungimento di questo stato di “non-desiderio”, in cui tutto ciò a cui prendiamo parte nella vita quotidiana viene fatto senza desiderio e senza pensieri.


2 commenti

Archiviato in Simboli

Roma – evento mondiale Sy

Nella settimana che va da Natale a Capodanno compreso si è svolto a Roma l’evento Sahaja Yoga più grande degli ultimi anni. L’affluenza è stata grandissima da ogni parte del mondo, e si è potuto sperimentare una collettività molto bella.

ALCUNE FOTO

LINK 2

1 Commento

Archiviato in Discorsi pubblici, Eventi, Meditazione

Respiro

L’elemento Aria è l’energia vitale che è stata associata al respiro, ciò che gli yogi chiamano “prana” e i taoisti chiamano “chi”.
L’Aria è il respiro della vita, è l’etere, è ciò che avvolge, permea e mette in comunicazione.
L’aria circola e penetra la Terra, fa bruciare il Fuoco, aderisce all’Acqua con cu si mescola.
Essa è fluida, impalpabile, leggera, volatile, diffusa.
E’ libera e disponibile, esposta a tutti i contatti e le influenze.
L’aria trasportata, solleva, dilata e, dell’uomo che non accetta costrizione si dice “Libero come l’aria”.
All’Aria appartiene tutto il mondo delle idee archetipiche posto diestro il vlo del mondo fisico, l’energia del pensiero. Mentre il fuoco spinge a volere qualcosa che già esiste, l’aria è concentrata sulle teorie, sulle idee che non si sono ancora materializzate, e così facendo esercita il suo ruolo nella realizzazione del creato, poichè tutto ciò che esiste deve essere prima pensato.
Essa riguarda dunque tutte le facoltà dell’intelletto e della mente: la parola, l’arte, il pensiero astratto, l’immaginazione, la musica, il canto, la risata, la scrittura, la poesia, l’ispirazione. Di conseguenza tutto il mondo della comunicazione, la socievolezza, gli scambi culturali, la mobilità, l’espansione, il mutamento, il gioco e lo scherzo, la flessibilità, la leggerezza nelle cose.

“Ma quando il Respiro Sacro si manifesterà, lo,
Lei insegnerà molte e molte cose,
E vi ricorderà tutte le parole che io vi ho detto. ”  (fonte)

“It’s a difficult subject to talk about Adi Shakti, because it’s not easy to understand that Adi Shakti is the power of Sadashiva. Sadashiva is the God Almighty, She is His breath, as some people call it. Some say She is the desire and some say that She’s the entire power of Sadashiva, and Sadashiva cannot do anything without Her powers.” (fonte)

3 commenti

Archiviato in Elementi

il silenzio è tutto

Coltivare il silenzio dentro di noi, solo questo può darci la pace!

1 Commento

Archiviato in Meditazione

Water Vibration

The more you use your vibrations, much more you’ll get it. It’s a very nice cycle that is acting as it has acted in the case of the Sea, as I told you, that the water goes to the Himalayas, comes back at rivers. In the same way manifold, manifold your vibrations will be growing, and I would say that we should always use our vibrations for helping others, for giving to many things, to the plant, to the anything. I mean there were some people who brought a plant: “Mother, give vibrations to that.” I said: “Why don’t you give the vibrations?”   H.H.Shri Mataji Nirmala Devi, Shri Lakshmi Puja, Alibag, India, 29/12/91

What is Spirit? What work is it doing residing within us and how is it related to God? It is said that Spirit is the reflection of God in our heart. This reflection is like that of the sun in water. Although reflection of the sun is seen in water, he is away in the sky and not in water. Similarly Spirit is as much as it is seen, it is beyond all that and not limited by it. But, for any reflection to be clearly visible the mirror, which is the cause of that reflection must be clean. If the mirror is not clean, or instead of mirror a stone is there, the sun’s reflection will not be seen in it. In the same way, that may look disturbed who has not yet become clean like mirror, so that he can see the God’s reflection within himself. Although the sun is seen taking different shapes on the ripples of flowing water, he is steady at his place and it is only his reflection that changes its shape. Similarly, the reflection of Spirit appears to be absent or it just shines for a moment and disappears, in the person who is full of sin and wickedness or whose heart is loaded with false ambitions and desires. It thus entails that all these – body, mind, intellect, ego etc. that we know, should be converted into a mirror.  H.H.Shri Mataji Nirmala Devi, Hindi lecture, Delhi, 18/8/79

The Spirit and the causal put together is the Soul. You see, like a mirror and its reflection on it. Both put together is the Soul. The causal of the five elements and the Spirit put together make the soul. Now the vibrations that we feel are the reflection of the light of the Spirit. The Spirit does not vibrate. It does not vibrate. It is those elements, they vibrate.”  (H.H.Shri Mataji Nirmala Devi, Informal Talk, Volterra, Italy, 25/07/86)
Noi siamo fatti di 5 elementi, ma solo i 4 terrestri vibrano come dice Shri Mataji, riusce ad immaginare come? non cè bisogno! guarda comodamente questo video!

1 Commento

Archiviato in Video

Hanuman

Lascia un commento

Archiviato in Video